Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Dichiarazione Universale dei DIritti dell’uomo’

IN QUESTO NUMERO:

 Ticket Sanitari
 I nostri SuperEroi
 Mi racconti una Storia?
 Notizie in pillole (risposta)
 Misteri a Decima
 La Cresima che non c’è
 Caritas a Decima ... Che cos’è? 

per i  prossimi numeri contiamo sul vostro contributo.

Scrivete a  decima.discute@gmail.com

Annunci

Read Full Post »

A cura di Angela Cocchi

Mi sono sempre chiesta come sia possibile restare indifferenti di fronte a situazioni a dir poco scandalose, anche quelle che ci toccano da vicino. Non siamo più capaci di indignarci, o anche solo di scandalizzarci, spesso chiudiamo gli occhi per non vedere e lasciamo che le cose ci scivolino sopra, come l’acqua di un torrente che scorre e si porta via i tronchi caduti, i detriti e spesso i rifiuti che l’uomo ha buttato dentro.

Siamo di fronte ad una caduta senza precedenti della democrazia e dell’etica pubblica, …, dichiarazioni di guerra alla magistratura, ostentazione di disonestà.” – scrive Don Gallo.

E molto di più: indifferenza verso il prossimo, il fratello, l’amico, il compagno, non importa il nome che utilizziamo. L’apparenza è ciò che conta, lo spot in cui ci compiaciamo di noi stessi e diciamo che siamo i più bravi, mentre la colpa della situazione attuale ricade su altri. Sempre sugli altri, perché noi abbiamo i nostri problemi e non abbiamo tempo e/o strumenti per fare qualcosa. Sulla scia di questo groviglio di pensieri, la frase di Stéfane Hessel, pronunciata ai giovani studenti delle scuole superiori, forse dovrebbe essere uno dei nostri Comandamenti: è il significato che possiamo attribuire al termine di “Resistenza” oggi.

Resistere significa rendersi conto che siamo circondati da cosa scandalose che devono essere combattute “con vigore”.

Resistere significa rifiutare di considerare ogni cosa come disgraziatamente definitiva.

Resistere non significa, però, solamente riflettere, bisogna anche agire.

Ricordiamo la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo del 10 dicembre 1948, della stesura della quale Hessel ha fatto parte, e che riprende i fondamenti della nostra bistrattata Costituzione:

Art. 22Ogni individuo … ha diritto alla sicurezza sociale. Egli può esigere la realizzazione … dei diritti economici, sociali e culturali indispensabili alla sua dignità”.

Art. 25Ognuno ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute      … cure mediche e ai servizi sociali necessari”.

Art. 26Ogni individuo ha diritto all’istruzione … l’istruzione superiore deve essere ugualmente accessibile a tutti sulla base del merito. L’istruzione deve essere indirizzata al pieno sviluppo delle personalità umana ed al rafforzamento del rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

Possiamo dire che il nostro Paese va in questa direzione? Possiamo dire che le scelte dell’attuale governo, fino a quelle della Amministrazione più vicina  a noi, vanno in quella direzione? Possiamo dire che NOI, tutti NOI, nel nostro piccolo, ci impegniamo per migliorare le cose? Non so se riusciremo “a dare delle risposte”, come auspica la Redazione di Marefosca, dando forse troppa importanza ad un’iniziativa editoriale supportata solamente dalla caparbietà di un gruppo di … Resistenti Moderni (?). Nel ringraziare Marefosca, possiamo assicurare che a volte anche solo gettando un piccolo sasso nel …. canale si ottengono le risposte desiderate!

Un uomo è un vero uomo soltanto quando è davvero impegnato e si sente responsabile” (S. Hessel)

Read Full Post »